Il progetto intende favorire la nascita e il progressivo consolidamento negli studenti delle competenze digitali di base, promuovendo allo stesso tempo l’analisi di situazioni in ambito logico-matematico, il Problem Solving, l’algoritmizzazione di procedure, la rappresentazione e gestione di base di dati e informazioni. Gli interventi mirano a promuovere nei bambini e nei ragazzi gli elementi fondamentali della programmazione, affinché essi possano imparare a non essere solo utilizzatori passivi di strumenti informatici e software, ma anche a diventare creatori competenti e consapevoli di tecnologia, avvicinandosi al pensiero computazionale cioè al lato scientifico-culturale dell’informatica che aiuta a sviluppare le competenze logiche e la capacità di risolvere i problemi in modo creativo ed efficiente. Si ha l’intento di far maturare negli alunni competenze di cittadinanza digitale in un ottica verticale del curricolo, secondo criteri di coerenza, di continuità, di sviluppo graduale e progressivo tra la scuola primaria e quella secondaria di primo grado del nostro Istituto comprensivo Il progetto propone contenuti e attività che si inseriscono nel percorso di “cittadinanza digitale” e di information literacy, offrendo però una gamma di azioni che afferiscono a pieno titolo anche al percorso di “pensiero computazionale e creatività digitale”, in modo da integrare coerentemente metodi e strumenti di entrambe le sfere progettuali. Infatti, l’alfabetizzazione informatica non è un obiettivo ma un metodo (la tecnologia evolve e crea forme sempre nuove di divario): essa è quindi il presupposto per la creazione di una reale cultura digitale che, da un lato, permetta agli studenti di conoscere gli strumenti disponibili ed utilizzati, le potenzialità di internet e i rischi connessi per la propria identità e la sicurezza, dall'altro, agevoli l’utilizzo della rete come luogo di possibilità, opportunità di sviluppo personale e professionale, per diventare soggetti attivi e partecipi rispetto alle nuove dinamiche di cittadinanza e lavoro digitali. Pertanto i contenuti dei moduli verteranno prioritariamente sull'educazione all'uso dei nuovi linguaggi del digitale, ai nuovi modelli di lavoro e produzione informatica, all'uso positivo e consapevole dei media e della Rete (netiquette e contrasto al cyberbullismo), seguendo altresì un rigoroso approccio logico-creativo, dal valore trasversale a tutte le discipline, che consenta agli studenti di sviluppare modelli di pensiero computazionale attraverso l’utilizzo di strumenti e metodi di analisi, di ragionamento e di problem solving (coding, meccanismi elementari di astrazione, soluzioni algoritmiche, strutture di dati, programmazione). A tale proposito, va anche sottolineato il ruolo fondamentale giocato dai genitori nella realizzazione della fase progettuale; in particolare i rappresentanti di Classe, i membri del Consiglio D’Istituto e l’Associazione dei Genitori “Girotondo d’idee” hanno collaborato direttamente alla stesura e all'elaborazione del presente percorso progettuale, individuando obiettivi, strategie e risultati attesi. L’approccio metodologico proposto seguirà un orientamento strettamente laboratoriale, innovativo e informale (hands on), attraverso il quale gli alunni saranno messi di fronte a situazioni concrete e saranno chiamati a risolvere problemi e questioni provenienti dal mondo reale in modo ludico e creativo al fine di valorizzare il loro spirito d’iniziativa, la capacità di fare squadra e di collaborare.